corvi

Ci siamo incontrati così, città a labirinto, lei ad appoggiare fiori sulla pietra in un recinto di guglie appuntite e corvi zoppi a mendicare l’elemosina; io per l’ultima visita medica, forse, e l’arrivederci a un male che potrà tornare mai o tra qualche anno, come un compagno di classe ormai grasso e stempiato che non hai voglia di rivedere.

Gli amici cambiano; noi due ci bastiamo e ci avanziamo, dice lei.

Annunci