chi sono

Nato a Torino nella tarda metà dei Sessanta.

Dal 1992 a metà 2006 editor fiction/non-fiction straniera, senior editor, editor-at-large e poi consulente editoriale per Sperling & Kupfer Editori, Milano (in particolare, editor di riferimento per Stephen King).

Dal 2006 al 2010 parte del comitato editoriale di Elliot Edizioni, Roma, dove si occupa anche della comunicazione online della casa editrice; nello stesso periodo consulente per Arcana e Castelvecchi e fondatore della collana Castelvecchi Ultra.

Dal 2011 freelance contentone, dietro suggerimento di un arcinoto scrittore americano che resterà innominato.

Consulente editoriale. Scout.  Traduttore (soprattutto dalla lingua inglese).  Scrittore con oltre trenta volumi all’attivo, alcuni dei quali best-seller pubblicati anche all’estero sotto vari pseudonimi (i principali, Joe Arden e Jonathan Snow). Ghostwriter. Curioso professionista (come si può dedurre da gusti & scelte). L’ottavo giorno si riposa.

Tra i tanti autori da lui scelti e portati in Italia nel corso degli anni, Jim Carroll, Nicholas Sparks, Mark Leyner, Jeff NoonPoppy Z. Brite, Marilyn Manson, Neil StraussRosemary Altea, Sherman Alexie, James O’Barr, Tom PiccirilliFrancesca Lia Block, Markus Zusak, Neale Donald Walsch, Marilee Strong, Stephen ChboskyKen BruenSeth Godin, John Grogan, Joe HillRobert Sutton, Christopher Moore, Donald Ray Pollock, Christopher BarzakRoman Dirge, Lise MyhreMark Oliver Everett (Eels), Libba Bray, Karen Russell, più una lunga sequela di prodotti media-related, da Pokémon e Beverly Hills 90210 a Dawson’s Creek, Buffy l’ammazzavampiri, Desperate Housewives, Hamtaro, CSI e molti altri. Responsabile del recupero e della riproposta di alcuni autori “classici” del passato vicino e lontano come Mickey Spillane, Robert Cormier, Katherine Dunn…  Sue anche alcune “scoperte” italiane, tra cui Giovanni Del Ponte e Daniele Nadir. Collaboratore esterno a varie testate, tra cui: Comix (1994/1995), Espansione (1999/2001),  TorinoSette- La Stampa (2004/2007), GQ (2007/2008).

Regista di cortometraggi (in super 8, video e 16 mm., presentati a festival internazionali, 1985/1987) e di un lungometraggio no-budget (16 mm., 1988, distribuito in video in America, Francia, Corea).

Adesso sta scrivendo un libro (anche due), leggendo, traducendo, seguendo, consigliando. Ogni tanto azzarda un nuovo post da queste parti ma, al momento, fate prima a seguirlo su Facebook.

Potete scrivergli all’indirizzo sottostante (click) e, vi assicuriamo, non vi risponderà in terza persona.

giovanniarduino@gmail.com

(English CV: LinkedInPublishers Marketplace)

Giovanni Arduino è rappresentato in Italia e all’estero dall’agenzia letteraria Roberto Santachiara.